Rieker 15853 amazonshoes neri lS0ljZTcM

SKU-152016-nyq922
Rieker 15853 amazon-shoes neri lS0ljZTcM
Rieker 15853 amazon-shoes neri
[ nascondi ]
Libera la cultura. Dona il tuo 5×1000 a Wikimedia Italia . Scrivi 94039910156.
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Le tabelle di contingenza sono un particolare tipo di tabelle a doppia entrata (cioè tabelle con etichette di riga e di colonna), utilizzate in statistica per rappresentare e analizzare le relazioni tra due o più variabili . In esse si riportano le frequenze congiunte delle variabili.

Il caso più semplice è quello delle tabelle tetracoriche , in cui ciascuna delle due variabili assume solo due possibili valori, ad esempio:

Dove, tra le 100 persone esaminate, 30 presentano capelli biondi, 40 occhi chiari e soltanto 21 hanno capelli biondi e occhi chiari. Da questi dati è possibile ricavare i dati restanti della tabella. Utilizzando le tabelle di contingenza e operando specifici calcoli su di esse, si può arrivare a determinare la dipendenza o indipendenza tra le due variabili considerate, in base al valore assunto dall'indice di contingenza quadratico X 2 {\displaystyle X^{2}} .

Le due variabili considerate sono di tipo quantitativo discreto o qualitativo. Indicando tali variabili con X e Y e rispettivamente con x i {\displaystyle x_{i}} (i = 1,2,…,h) e y j {\displaystyle y_{j}} (j=1,2,…,k) le modalità rilevate per le due variabili, a ogni coppia ( x i {\displaystyle x_{i}} , y j {\displaystyle y_{j}} ) si fa corrispondere nella tabella la sua frequenza associata n i , j {\displaystyle n_{i,j}} , cioè il numero di elementi, tra gli n della popolazione, che possiedono contemporaneamente la modalità di x i {\displaystyle x_{i}} di X e y j {\displaystyle y_{j}} di Y.

BIBLIOTECA ONLINE Watchtower
Italiano

Nessun video disponibile.

Siamo spiacenti, c’è stato un errore nel caricamento del video.

Sottotitoli
Vedi anche
“L’accorto considera i suoi passi” La Torre di Guardia annunciante il Regno di Geova 2005
Una valida guida per i giovani d’oggi La Torre di Guardia annunciante il Regno di Geova 1983
Il Regno di Dio: Ne afferrate il significato? La Torre di Guardia annunciante il Regno di Geova 1996
Vera sapienza nell’èra spaziale La Torre di Guardia annunciante il Regno di Geova 1960
Altro
Perché il buon senso è così raro?

“MA COSA gli è preso? Dovrebbe sapere che certe cose non si fanno”, osserva qualcuno. Un altro, incredulo, si allontana scuotendo la testa e borbottando: “Se avesse avuto un briciolo di buon senso non l’avrebbe fatto”. Avete mai sentito commenti del genere? Ma cos’è il “buon senso”?

Una definizione di “buon senso” è “capacità di giudicare e comportarsi con saggezza”. (2005) Il buon senso sottintende la facoltà di decidere in modo intelligente e ovviamente chiama in causa la facoltà di pensare. Molti però preferiscono lasciare che siano gli altri a pensare per loro. Permettono che siano i mezzi di informazione, i colleghi o l’opinione comune a decidere per loro.

A quanto pare il buon senso è un bene molto raro nel mondo odierno. Ma come si fa ad averlo? Di che utilitàè?

Come si fa ad avere buon senso?

Anche se ci vogliono tempo, attenta riflessione e impegno costante, è senz’altro possibile imparare ad avere buon senso e giudizio. Consideriamo tre fattori che possono aiutarci a divenire persone di buon senso.

La Bibbia, libro scritto con logica e dallo stile impareggiabile, è di grande aiuto per avere sapienza e buon senso. () L’apostolo Paolo, ad esempio, rivolge ai conservi cristiani questa esortazione: “Tutte le cose vere, tutte le cose di seria considerazione, tutte le cose giuste, tutte le cose caste, tutte le cose amabili, tutte le cose delle quali si parla bene, se c’è qualche virtù e qualche cosa degna di lode, continuate a considerare queste cose”. () Se seguiremo di continuo questi consigli saremo persone giudiziose e ci comporteremo in modo assennato.

Mettendo in relazione il buon senso con l’esperienza, un poeta svizzero ha detto che ‘il buon senso è composto di esperienza e previsione’. In effetti, “chiunque è inesperto ripone fede in ogni parola, ma l’accorto considera i suoi passi”. () Il buon senso è frutto di osservazione, pratica ed esperienza. Con l’andare del tempo possiamo diventare più capaci. Ma ci vogliono umiltà e mitezza per imparare dai propri sbagli. L’atteggiamento presuntuoso, superbo e ostinato, comune in questi ultimi giorni, non è una dimostrazione di buon senso. —.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca sul link. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Accetta Approfondisci
Il ghibellino
18 lug 18

Srebrenica, Sarajevo e Medjugorje: misteri e verità della guerra in Bosnia

La partecipazione della Croazia alla finale dei mondiali di Russia 2018 e la commovente storia del capitano della nazionale Luka Modric hanno riportato all’attualità le vicende dellesanguinoseguerre civiliche scoppiarono con la dissoluzione della Repubblica Federale Jugoslava tra il 1991 e il 1995.Proprioquesto argomento ètornato anche recentemente in libreria con un saggio, “ Le verità balcaniche ”, scritto da Andrea Foffano, specialista in sicurezza e intelligence ed edito dalla casa editrice Kimerik, che si focalizza soprattutto sul conflitto in Bosnia ed Erzegovina. L’autore, che nei suoi due precedenti libri “ L’ ISIS ” e “ Siria. La guerra segreta dell’intelligence ”, aveva già avuto il pregio di affrontare senza peli sulla lingua e con rigore documentale argomenti attinenti alle principali crisi internazionali, questa volta fa un tuffo negli anni novanta e propone una lettura interessante e non ordinaria del conflitto, che nascose alcuni fra i più crudeli massacri mai avvenuti sin dalla fine della seconda guerra mondiale.

Anche in questo caso in prima linea tra i peggiori assassini non vi furono gli eserciti regolari o i soldati di professione, ma persone comuni: il medico, l’imprenditore o il maestro di musica. Persone che, dopo aver indossato la divisa, spinte da un odio cieco e bestiale, decisero di vendicare tutti quei torti che percepivano di aver subito nel corso degli anni. L’apogeo di questa situazione fu Srebrenica, un nome che mette ancora paura. Un massacro, di cui proprio in questi giorni corre il ventitreesimo anniversario, compiuto all’ombra dei caschi blu olandesi, impotenti e incapaci di proteggere la popolazione civile, ormai completamente in balia di milizie e gruppi criminali sorti in entrambele parti delle barricate. Ma anche Sarajevo, culla della multiculturalità e della pace fra le genti, martoriata nell’intimo della vita dei suoi abitanti mentre questi, in fila per un pezzo di pane, furono massacrati dacolpi d’artiglieria quel maledetto 5 febbraio del 1994. Data l’altezza dei palazzi, il punto di caduta e le posizioni delle truppe serbe dislocate sui monti attorno alla città, la probabilità che i colpi fossero stati sparati da queste ultime parve subito molto bassa.

Ma non importa, non servì rifletterci molto o mettersi a indagare: fu una strage che contribuì a mettere in moto la macchina internazionale. Eppure, ci sono cose che ancora oggi il grande pubblico non sa o ignora. A cosa servì veramente il tunnel scavato sotto la città? Come mai nei filmati dell’epoca non s’intravidero maschi adulti in età militare, tra coloro che chiesero aiuto alla base ONU di Potocari? L’asse di rifornimento Fiume-Spalato-Monstar-Sarajevo era veramente attivo? E’ vero che, dopo quasi cinquant’anni, alle porte dell’Europaerano ritornati a funzionare i campi di concentramento?

> News e media > I pionieri che sfidarono l’Oceano Atlantico nel quarto volume di Gauss Party!
08 Giu 2015
TODS CALZATURE yoox giallo Pelle HfGoxzw
News e media

Share the post "I pionieri che sfidarono l’Oceano Atlantico nel quarto volume di Gauss Party!"

Il 30 aprile era il compleanno diCarl Friedrich Gauss. Come festeggiare? In onore del “Principe dei Matematici” noi abbiamo deciso di idearela collana ‘Gauss Party!’

‘Gauss Party!’

Il progettoGauss Party!

La ‘Gauss Party!’ è una collana semiseria di racconti quasi matematici . Noi di Vans Classic SlipOn amazonshoes rosa Classico U4jgf4s
cerchiamo ogni giorno di insegnare la matematica in modo innovativo e divertente e abbiamo deciso di lanciare un progetto che lo dimostri!

collana semiseria di racconti quasi matematici

La matematica è dappertutto, attorno a noi. È il linguaggio sorprendente che circonda le nostre vite.Per questo, con questo progetto diamo il via alla collana editoriale ‘Gauss Party!’ .

5 romanzi, 5 racconti che con la matematica vadano a braccetto e di matematica siano costruiti.5 libri che hanno la speranza, con la matematica, di farvi sorridere e sognare; che hanno l’obiettivo e la convinzione, perché no? Di farvela persino amare.

‘Gauss Party!’ diventerà una chicca sullo scaffale nei pomeriggi di pioggia e nelle giornate piene di sole.L’imperdibile sentiero di parole e numeri da presentare con orgoglio agli amici; il must di ogni libreria che si rispetti; la chicca di una biblioteca veramente unica.

Non ti pare che la mensola già reclami questa imperdibile collezione? Cosa aspetti, allora?

SOSTIENI IL PROGETTO SULLA PIATTAFORMA DI CROWDFUNDING

Tra le storie più affascinanti della scienza, della tecnologia e dell’innovazione ne esiste una in particolare che ha appassionato gli scienziati più di ogni altra. Questo racconto inizia nel blu profondo dell’Oceano Atlantico e coinvolgele reti telegrafiche. Intorno al 1850, infatti, alcuni coraggiosi uomini hannodeciso di cablare l’immenso Oceano Atlantico. All’epoca esisteva già una rete continentale telegrafica che permetteva all’Europa di comunicare. Un’enorme passo avanti era avvenuto con la connessione dell’Inghilterra con la rete già esistente. Un’azione, questa, che sino a qualche anno prima sarebbe stata impensabile se non grazie ad un gruppodi scienziati e innovatori che credevano fermamente in quello che stavano facendo.

Questo racconto inizia nel blu profondo dell’Oceano Atlantico e coinvolgele reti telegrafiche. Intorno al 1850, infatti, alcuni coraggiosi uomini hannodeciso di cablare l’immenso Oceano Atlantico.

Copyright 2017 © Il Dubbio Tutti i diritti sono riservati copyright © 2017. Tutti i diritti riservati | Edizioni Diritto e Ragione s.r.l. Socio Unico - P.IVA 02897620213

Direttore Responsabile Piero Sansonetti

Registrato al Tribunale di Bolzano n. 7 del 14 dicembre 2015

Numero iscrizione ROC 26618 ISSN 2499-6009

Ultimo aggiornamento

giovedì 26 luglio 2018

Follow us

Copyright 2017 © Il Dubbio Tutti i diritti sono riservati copyright © 2017. Tutti i diritti riservati | Edizioni Diritto e Ragione s.r.l. Socio Unico - P.IVA 02897620213

Direttore Responsabile Piero Sansonetti

Registrato al Tribunale di Bolzano n. 7 del 14 dicembre 2015

Numero iscrizione ROC 26618 ISSN 2499-6009

Ultimo aggiornamento

giovedì 26 luglio 2018